08/02/15
Studio italiano conferma potere antiage della proteina Creb1. Si produce se si assumono meno calorie. Più salute per la gente e anche per il pianeta.
leggi...
"Chi ha paura di sognare
e' destinato a morire"
Bob Marley
 


Bookmark and Share



banner geoshelter.it


HOME // REIKI OGGI < Back

I simboli nel Reiki e il IV simbolo master
Cosa sono i simboli e come funzionano
Fabrizio Nencioni






















Il Simbolo che potete sopra osservare è il simbolo originario rappresentante l’energia Reiki dove l’ideogramma superiore rappresenta il Rei o energia Cosmica, Universale o chiamatela come volete, l’energia che canalizzate dopo aver frequentato un seminario di I livello.

E' un energia che proviene dall'Universo visto che tutto è Universo e tutto è Energia e che ha la capacità di riarmonizzarci con esso, di aiutarci a guarire interiormente e fisicamente dalla grande disarmonia universale che viviamo: un mondo governato dall'ego e dalla mancanza di verità in cui ci sono anche gioia e amore e che possono divenire la parte centrale della nostra esistenza.

Il simbolo accanto nell’allegato invece rappresenta il simbolo moderno dell’energia Reiki.
Non è ben chiaro il perché di questa trasformazione dalla fine del 1800 a oggi ma si può notare la loro somiglianza.

L’ideogramma inferiore rappresenta il KI o energia personale. Il KI giapponese è chiamato in Cina CHI o Qi  da cui Tai-chi, Chi Kung, Qi Gong. Questa parola è molto usata nelle arti marziali perché è tramite il KI che un praticante di Kung-Fu o di Karate riesce a spezzare un’insieme di tavole di materiali che vanno dal legno al mattone con un colpo secco della mano; non è la sua forza fisica che compie questa operazione ma la capacità di concentrare il suo KI proveniente dal Dan Tien.
Nella tradizione taoista il Dan Tien è il luogo, nel corpo, dove il KI o QI (energia) viene trattenuta ed immagazzinata, per poi essere distribuita a tutti i meridiani; esso è localizzato nella zona periombellicale (poco sotto l’ombelico), dominato dall’attività dell’Utero e rappresenta la sopravvivenza e l’unione con se stessi. L’Energia che qui è attivata è quella dell’aspetto materiale. E’ il centro della nostra forza.

L’insieme di queste due rappresentazioni energetiche forma il simbolo dell’energia Reiki.

Il simbolo dell’energia Reiki, come lo vedete rappresentato nelle due immagini di quest’articolo, non ha nessun potere specifico, è il simbolo della disciplina Reiki e a me piace averlo in un paio di stanze della mia casa e anche nel mio studio, davanti a me mentre sto scrivendo.

I SIMBOLI REIKI

I simboli Reiki sono 4: tre vengono trasmessi agli allievi durante il seminario di II livello e il quarto al master durante il seminario di III livello.

Ogni simbolo ha una qualità specifica che potete leggere nell'articolo DISPENSA CORSO II LIVELLO; per il simbolo del master verrà ampliato il significato in questo stesso articolo.

Perché esistono e a cosa servono i simboli Reiki?
I simboli sono potenti facilitatori di movimenri energetici specifici mossi dalla nostra intenzione.
Cosa vuol dire?
Vuol dire che ogni simbolo Reiki ha una sua funzione ben precisa ed è tramite la visualizzazione del simbolo stesso e dopo aver recitato il suo mantra (senza il mantra il simbolo non si attiva), operazione che dura pochi secondi, che è possibile attivare una funzione energetica che altrimenti avrebbe potuto durare molto molto più a lungo e che non avrebbe mai potuto canalizzare un’energia così pulita e intensa come l’energia Reiki.

Facciamo un esempio per capirsi meglio: il terzo simbolo Reiki serve per trasmettere energia a distanza, per inviare energia Reiki quando chi ne ha bisogno è distante da noi; c’è anche da dire che questa è la funzione più appariscente ma non certo la sola.
Per fare questo si visualizza la persona o si prende una sua foto (indicazioni molto più precise le potete trovare all’articolo DISPENSA CORSO II LIVELLO), si visualizza il simbolo, si recita il suo mantra ed il collegamento tra voi e chi riceve è in atto: state trasmettendo energia Reiki a distanza e l’operazione è durata circa 10 secondi.

Un’operazione simile è possibile anche senza il terzo simbolo Reiki; la qualità dell’energia che trasmetterete alla persona sarà proporzionale alla vostra intenzione di inviare guarigione e amore e sarà comunque la vostra energia personale, non in grado di innescare un processo di guarigione così potente e armonico come potete invece fare tramite l’energia Reiki.

Per far questo senza il simbolo, è necessaria una vostra grande concentrazione ed è specialmente necessario un vostro distacco dalla persona che intendete trattare altrimenti, con un contatto profondo, è molto alto il rischio di assorbire anche a distanza le altrui energie negative che intendete invece aiutare a trasformare in energie di guarigione.
Ottenere questo distacco non è affatto semplice; solo con l’intenzione è possibile ma questo può essere ottenuto con molta pratica e tramite un intenso insegnamento e gli errori si pagano salati!
Molte persone si improvvisano “apprendisti stregoni” come fece Topolino nel film Fantasia di Walt Disney e spesso la situazione sfugge loro di mano anche se nessuno di questi apprendisti può avere la capacità di rendersene conto: le energie sottili sono una realtà estremamente potente.

Bene, tutto quello che è scritto sopra riguardo a concentrazione, intenzione, meditazione, tutte queste operazioni sono concentrate nella visualizzazione del terzo simbolo Reiki + mantra. Nel giro di 10 secondi potete fare quello che avreste potuto imparare in mesi o anni con l’enorme differenza della qualità dell’energia di guarigione che inviate a chi ne ha bisogno e con la totale sicurezza che, se osservate l’esatta procedura, non entrate mai in contatto con l’altrui negatività.

Questa è il significato e la potenza di un simbolo Reiki


IL SIMBOLO DEL MASTER

Il simbolo del master o IV simbolo, ha la specifica funzione di permettere al master, quando opera sugli allievi con l’imposizione delle mani durante le armonizzazioni, di poter aprire i loro canali energetici e permettere agli allievi stessi di cominciare a canalizzare l’energia Reiki.
Essendo utilizzato per aprire i canali energetici delle persone, è anche utilizzato per poter imprimere nella loro aura e nei loro corpi eterici i 3 simboli del II livello.
Il IV simbolo aumenta anche la capacità dell'operatore Reiki di poter guarire più profondamente a livello di anima se stesso e gli altri.

C’è da dire che durante qualsiasi armonizzazioni di qualsiasi livello, un master usa sempre tutti e 4 i simboli Reiki.
Il IV simbolo ha anche il potere di produrre, a chi lo riceve e come ho scritto sopra, una ulteriore apertura energetica verso l’esistenza; questa capacità/possibilità varia da individuo a individuo.
Nella mia esperienza di iniziazione a master, la vera essenza dell'attivazione al III livello me l'ha creata successivamente l'insegnamento Reiki e il poter trasmettere ad altre persone, durante un seminario, la capacità di poter canalizzare l'energia Reiki.
E' una sensazione veramente intensa e dopo un seminario mi vivo un grande senso di appagamento e di gioia nel cuore.

Altre discipline come il KARUNA REIKI possono aumentare di parecchio la capacità di veicolare energia Universale di guarigione verso noi stessi e verso gli altri.







Simbolo Reiki moderno

Fai una domanda o inserisci il tuo commento:
Nick:
Testo