08/02/15
Studio italiano conferma potere antiage della proteina Creb1. Si produce se si assumono meno calorie. Più salute per la gente e anche per il pianeta.
leggi...
"Chi ha paura di sognare
e' destinato a morire"
Bob Marley
 


Bookmark and Share



banner geoshelter.it


HOME // LA VIRGOLA < Back

30 LUG 2007
Il C.I.C.A.P.
Fabrizio Nencioni

Cos'è il CICAP?
Nasce come un Comitato serio (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale), di indagine su ciarlatani, maghi e imbroglioni che, in nome del potere e dei soldi, fanno man bassa tra i creduloni e i più deboli; gente che fa presa su coloro che hanno bisogno di aggrapparsi a qualcosa di magico e specialmente di esterno per risolvere i disagi della loro vita.


Come spesso accade, viene fatta di tutta l’erba un fascio e sembra, sempre secondo il CICAP, che in questo mondo non esista più niente di misterioso e di inspiegabile: questo va decisamente al di là dell’umano buon senso e ciò semplicemente perché la nostra mente, non essendo infinita, non è programmata per abbracciare l’Infinito ma solo per osservarlo e non può quindi comprendere moltissime manifestazioni della realtà; la realtà che viviamo, a livello giornaliero e cosmico, è posta in una dimensione decisamente Infinita dove emozioni, sentimenti e Amore le danno il vero significato.

Il CICAP ha la presunzione di poter dare una spiegazione, con la (sua) ragione, a qualsiasi fenomeno, paranormale e non, che appare sulla faccia di questa nostra vecchia terra. Il risultato di questa osservazione crea tre condizioni: o il fenomeno si può spiegare razio/scientificamente(e allora tutto torna), o questo non sussiste essendo una credenza superstiziosa (vedi l’Astrologia) o è una bufala (vedi i Crop Circle).
Non viene mai, dico mai contemplata la visione e/o possibilità che sia difficile o attualmente impossibile dare una spiegazione a quello che accade; e questo in nome della Dea Scienza…e quasi sicuramente questi signori non credono in Dio!

Per fare un po’ di luce, c’è bisogno di una visione un po’ ampia, una visione che parta, diciamo, dall’inizio, dall’inizio dei tempi.
L’essere umano, da quando esiste, ha sempre incontrato fatti, avvenimenti, fenomeni della natura e di qualsiasi altro genere a cui non ha potuto o saputo dare una spiegazione.
Gli antichi Egizi e non solo loro, davano al Sole, l’astro che permette alla vita di fiorire sulla Terra, una valenza divina. Per loro il Sole era una divinità come pure la Luna. Non avevano la visione che abbiamo noi del sistema solare che ci permette di conoscere che il Sole è una dei miliardi di miliardi di stelle dell’Universo che da luce ai pianeti che orbitano intorno ad esso e per questo è la fonte della vita sulla terra.


Solo pochi decenni fa, se qualcuno di quei tempi avesse potuto vederci cambiare canale col telecomando o parlare col telefonino, non avrebbe creduto ai suoi occhi. Non vi erano le conoscenze per poter spiegare con la sola razionalità tali movimenti o fenomeni.
Oggi non è cambiato niente, non siamo arrivati in un’era in cui a tutto vi è una spiegazione “scientifica”; chi la pensa così vive in una grande illusione anche perché quest’era non esisterà mai. Ritengo che siamo già capaci di percepire tutta la realtà che ci circonda ma non certo tramite la mente e la sua Scienza.

Scendiamo un po’ nei particolari e parliamo dei cerchi del grano, un argomento che conosco bene essendomi recato in Inghilterra a studiarli. In vita mia ne ho visti molti e spesso ne ho incontrati di fasulli, cioè fatti dall'uomo. Per il CICAP i Crop Circle sono tutte manifestazioni dell’ingegno burlesco o artistico umano e cioè vengono fabbricati con bastoni e funi. La prima spiegazione fù che i cerchi erano fatti da ricci o animali similari che di notte si inseguivano nel grano!!
Bene, presupposto che io non ho assolutamente una spiegazione sul fenomeno dei Crop Circle (spero vivamente che non siano segretamente i militari a produrli), vorrei esaminare la faccenda da punti da vista oggettivi e non scientifici, visto anche che, oltretutto, i parametri della scienza cambiano in continuazione.
E senza prendere in considerazione la fisica quantica o quantistica le cui parole, a leggere gente di scienza come Massimo Teodorani o Fabio Marchesi o Massimo Corbucci o Giuliana Conforto, sembrano simili a quelle di filosofi orientali o di spiritualisti tibetani. E ho parlato solo di studiosi italiani.
Solo il materialismo (quello ottuso) si attacca a paramentri fisici di riproducibilità e a paletti così stretti per confermare le sue tesi su tutto e così gratificarsi ottenendo una ragione fittizia nonchè apparente; è palese che questo agire non è per studiare veramente a fondo il fenomeno e cioè verso un moto di verità. Questo approccio alla realtà è per cercare esattamente le risposte che si vogliono trovare. Andando sul sito del CICAP possiamo leggere spiegazioni spesso puerili su fenomeni che accadono e che vengono presi in osservazione: come dire che una formazione nel grano apparsa nel 2001 con 6 braccia a spirale (All. 1) e del diametro di 300 metri con 410 cerchi e che è governata da misure matematiche ben precise ed esatte e di cui potete ben osservare la perfezione della fattura, è stata fatta con funi e bastoni!!

Caro CICAP, i Crop Circle sono tutti costruiti dall’uomo vero, e allora mi spieghereste come mai nessun essere umano è mai stato osservato mentre li costruisce? Questo è molto strano visto che per fare un Circle, come quelli che sono in allegato del diametro talvolta di centinaia di metri, ci deve ben volere un po’ di tempo, a dir poco molte ore se non addirittura giorni. Allora vuol dire che essi vengono costruiti di notte visto che di giorno nessuno ha mai visto persone in un campo di grano a fabbricari i crop circles. Di notte? Ma basta una sola notte? E poi, come si fa a costruire un Circle simile al buio? Con le pile, anzi le fotoelettriche (perchè le pile non possono certo bastare) dirà il CICAP, ma allora perché nessuno (lo ripeto) viene mai visto o fotografato mentre costruisce un’opera simile? La luce è ben visibile anche a distanza ed i contadini dei campi dove appaiono le formazioni non sono assolutamente contenti di quello che accade al loro grano.E qua si ritorna alla mia tesi iniziale che se fossero fatti da uomini essi verrebbero visti mentre fabbricano i pittogrammi.

La spiegazione potrebbe essere molto semplice e la trovate anche su questo sito all’articolo sui cerchi nel grano: i cerchi si formano in un arco di tempo che va dai 2/3 minuti (vedi filmatino allegato) ed è per questo che nessuno vede o si accorge mai di mai niente! Negli allegati di questo articolo alcune formazioni del 2006: Il Tao,Sincronicità, il Fiore, i Cerchi, il Quadrato.

Tutte le altre apparizioni di quest'anno e degli anni passati le potere travare sul sito ufficiale inglese Crocircleconnector

                                        *    *    *

Passiamo ora alla Geobiologia, agli studi del dr. Hartmann che prevedono l’esistenza di punti energetici (nodi e altro, vedi l’articolo sulla Geobiologia) che ci sottraggono energia se sopra c’è posizionato il nostro letto e ci dormiamo tutte le notti.
Il CICAP volge la sua attenzione esclusivamente sulla sfida ai radiestesisti che sono le uniche persone, con i loro strumenti, capaci di trovare questi emissioni negative provenienti dal sottosuolo; sfida che si concretizza quasi sempre con la sconfitta di questi ultimi, messi anche in contraddittorio tra di loro poiché non riescono a trovare i nodi in presenza degli esperti del CICAP, cosa che invece questi radiestesisti si erano prefissi di fare.
Purtroppo non esiste ancora uno strumento in grado di rilevare questo tipo di energie: non essendo ritenute esse esistenti, non è mai stata fatta una ricerca per la costruzione di strumentazione adeguata.

La mia domanda è una sola: perché, caro CICAP, invece di procedere a sfide improduttive (e per il benessere e la verità di tutti) non fate una campionatura scientifica sui luoghi che vengono definiti negativi, e cioè sui nodi di Hartman e non controllate, come fece Hartmann, se veramente la gente perde energia dormendo in quei posti? Sarebbe una prova molto semplice e di un’efficacia totale, direi l’unica prova scientificamente attendibile usando i parametri della riproducibilità.
La misurazione radiestesica non è una corsa o una prova di forza: entrano in ballo le emozioni, in questo cado da prestazione, visto che la vibrazione della misurazione radiestesica passa anche attraverso la mente e può accadere benissimo che la misurazione non riesce. Mi meraviglio che tutti questi radiestesisti si prestino alle sfide che propone il CICAP.
E’ un vero peccato questo ostracismo verso forme della natura di cui gli antichi, come i Romani, erano ben a conoscenza. Un vero peccato perché un ampliamento di queste conoscenze migliorerebbe notevolmente la qualità della nostra vita, ma la vita procede e, lentamente, qualcosa sta cambiando.

                                    *    *    *

Passando ad altro, ci può spiegare, il CICAP, qualcosa sulle remissioni spontanee di tumori? Certo che esse avvengono nella percentuale di circa 1 su 1.000.000 circa ed è quindi una rarità, ma ce la vogliono spiegare questa rarità visto che sono in grado di dare una spiegazione a tutto e le persone che si ammalano di tumore sono moltissime e le remissioni (calcolate in tutto il mondo) pure durante un anno?

Anche qua, come nei Crop Circle, non esiste una spiegazione. Un giorno, com’è sempre stato nella storia dell’Umanità, saremo in grado di dare spiegazioni a fenomeni a oggi inspiegabili e quel giorno arriveranno altre manifestazioni di questa nostra meravigliosa natura in quel momento inspiegabili e che saranno poi spiegate nei tempi a venire, come è sempre stato.

Ci può spiegare il CICAP con la sua scienza come mai, ai malati di tumore (e questo è avvenuto in più ospedali d’Italia) sottotosti a chemioterapia, se trattati con Reiki  (la disciplina orientale che si può trasmettere da una persona all'altra tramite l'imposizione delle mani), gli effetti collaterali della chemio (come nausea, vomito ed altro) subiscono una brusca regressione? Questo degli ospedali è la punta dell'eceberg: l'energia del Reiki può risolvere molte altre situazioni.

                                       *    *    *

Parliamo ora un po’ di astrologia, un argomento che per il CICAP è solo da creduloni. o vecchie suprestizioni popolari. 
Intediamoci bene, se si parla dell’oroscopo che si legge ogni giorno sui quotidiani, bè, se lo vogliamo leggere per gioco va bene, anch’io credo che sia una cosa come un’altra per passare il tempo.
Ora vorrei parlare un po’ della Luna.
La Luna, come ben sappiamo, con la sua attrazione gravitazionale è capace di far innalzare gli oceani di decine di metri tramite i flussi delle maree. E’ palese che la potenza di quest’astro sulla terra è enorme. E’ anche palese, e ce lo insegnano i nostri progenitori, che seminare con la luna giusta porta un raccolto migliore. Ora, vediamo un po’ di osservare noi esseri umani in rapporto alla Luna.
Il ciclo femminile ha la stesa durata della fase lunare: una semplice coincidenza, ci diranno gli scientisti del CICAP; una bella coincidenza, mi viene da dire a me! Senza contare che le donne che hanno un buon ascolto del proprio corpo riescono a percepirlo rispetto alla Luna, se questa è crescente o calante.
Siamo fatti al 75/80% di acqua e sappiamo che potenza la Luna agisce sull’acqua e sulla natura: è mai possibile che l’astro a noi più vicino, visto che è capace di creare maree gigantesche e far crescere meglio le messi, non abbia nessuna influenza su di noi, sul nostro metabolismo, sulla nostra essenza, su una nostra vibrazione qualsiasi visto che ce l’ha così forte sull’acqua e sulla natura? Non siamo anche noi parte della natura?
Per gli scientisti (e sono tanti) questa influenza non può essere dimostrata e quindi non esiste. Una risposta molto semplicistica e anche puerile!

Credo che alla fine dobbiamo tirar fuori il buon senso e specialmente l’intuito, del quale abbiamo tanto dimenticato la sua esistenza. Alla stessa maniera con cui la Luna influenza la formazione delle maree e la crescita delle messi ha inevitabilmente anche un’influenza su di noi esseri umani. E’ semplicemente impossibile, dati i presupposti descritti, che la Luna non abbia un’influenza e oltretutto intensa su di noi esseri umani anche se non vi può essere la dimostrazione scientifica! E quindi, perchè non può averla avuta se, al momento della nostra nascita era, per esempio, calante o crescente?
E se ce l’ha la Luna, perché non ce la possono avere anche gli altri pianeti del sistema solare?
“Ma sono molto lontani”, può obiettare qualcuno, ma sono anche molto molto più grandi della Luna, si può rispondere, Giove è un mezzo Sole e gli altri pianeti cosiddetti “esterni” sono veramente enormi in confronto alla Luna e quelli più piccoli come Marte e Venere sono molto vicini alla Terra e comunque molto più grandi della Luna essendo Venere grande come la Terra e Marte poco meno.

Tante spiegazioni, ipotesi, congetture ma su come è nata la vita sulla terra vi sono solo ipotesi non dimostrabili in laboratorio come invece qualcuno si era prefisso di fare: gli scienziati ci hanno tanto provato a creare il cosiddetto "brodo primordiale" per poi farci passare scariche elettriche per passare dagli aminoacidi alla prima cellula vivente ma non ci sono mai riusciti. Su come è nato l’Universo avviene la stessa cosa, solo teorie che vengono confutate da altre teorie col passare degli anni:

la vita non è solo un'equazione matematica e resta comunque e sempre un mistero!




Fai una domanda o inserisci il tuo commento:
Nick:
Testo