08/02/15
Studio italiano conferma potere antiage della proteina Creb1. Si produce se si assumono meno calorie. Più salute per la gente e anche per il pianeta.
leggi...
"Chi ha paura di sognare
e' destinato a morire"
Bob Marley
 


Bookmark and Share



banner geoshelter.it


HOME // ENERGIE SOTTILI < Back

La centesima scimmia
La Coscienza Universale













I Campi Morfogenetici spiegati dalla "Centesima Scimmia"
Articolo di Ken Keynes Jr.

La scimmia giapponese, Macaca Buscata, fu osservata nel suo ambiente naturale (l’isola di Koshima) per 30 anni.
Nel 1952, sull’isola di Koshima, un gruppo di scienziati iniziarono a nutrire il branco di scimmie con delle patate dolci gettate nella sabbia. Le scimmie amavano il sapore dolce delle patate crude ma non la sabbia che le ricopriva. Ma un giorno una femmina di 18 mesi di nome Imo non trovò la soluzione al problema andando a lavare le patate in un corso d’acqua lì vicino, poi insegnò il trucco a sua madre. Anche le sue compagne di gioco lo impararono e lo insegnarono alle loro madri.

Questa “innovazione culturale” fu appresa da diverse scimmie, sotto gli occhi degli scienziati. Tra il 1952 ed il 1958, tutte le scimmie più giovani avevano imparato a lavare le patate dolci per renderle più gustose. Solo quegli adulti che decisero di imitare i loro piccoli, impararono, a loro vantaggio, la lezione sociale. Gli adulti diffidenti continuarono a mangiarle sporche.

Poi successe qualcosa di sorprendente. Nell’autunno del 1958, un certo numero di scimmie di Koshima lavava le patate – il numero esatto non è noto. Supponiamo che un giorno al sorgere del sole ci fossero 99 scimmie sull’isola che avevano appreso la nuova tecnica. Supponiamo inoltre che nella tarda mattinata di quel giorno la centesima scimmia avesse imparato a lavare le patate.

Allora qualcosa accadde
Quella sera quasi tutte le scimmie della tribù lavarono le patate prima di mangiarle. L’energia aggiunta da quella centesima scimmia creò, non sappiamo come, una rottura ideologica col passato.

Ma attenti! Incredibilmente, fu osservato dagli scienziati che l’abitudine a lavare le patate dolci superò il mare. Colonie di scimmie di altre isole, così come le scimmie sulla terraferma a Takasakiyama iniziarono a fare lo stesso.
Perciò, quando un certo numero critico d’individui acquisisce una consapevolezza, questa nuova consapevolezza può essere comunicata da mente a mente. Anche se il numero esatto può variare, questo Fenomeno della Centesima Scimmia significa che, quando un numero limitato di persone conosce una nuova via, questa può rimanere come proprietà conscia all’interno di questo gruppo. Ma arriva il momento in cui, se una sola persona in più si sintonizza con questa nuova consapevolezza, si verifica un rafforzamento di campo per cui questa consapevolezza è fatta propria da quasi tutti!

I Campi Morfogenetici
I campi morfogenetici sono, fondamentalmente, cianografie non fisiche che danno luogo a forme. Secondo il loro principale proponente, il biologo Rupert Sheldrake, un campo morfogenetico (morfico), è l’equivalente di un campo elettromagnetico che trasporta solo informazioni, non energia. Questi campi sono sempre disponibili dappertutto e, dopo essere stati generati, non perdono di intensità. I campi morfogenetici sono creati da modelli di forme fisiche. In seguito, essi aiutano e guidano la formazione di sistemi simili, dove un nuovo sistema in formazione “si sintonizza” con un sistema precedente avendo in sé un “seme” che risuona con il seme simile della forma precedente. I campi morfogenetici possono essere usati per descrivere il modo in cui la coscienza umana viene condivisa.

Perciò, i campi morfogenetici giocano un ruolo primario nell’idea che l’umanità in un certo momento assisterà ad un eccezionale cambiamento nella coscienza collettiva. Un cambiamento che avverrà allorché sarà stata raggiunta la massa critica necessaria al cambiamento.

* * * * *

Al seguente link potrete trovare un ampliamento sulla teoria dei campi morfici teorizzati da Rupert Sheldrake

* * * * *

Si parla spesso di "massa critica" dell'Umanità, e cioè un numero sufficiente di persone capace di creare inversione di tendenza all'attuale fase distruttiva.





Fai una domanda o inserisci il tuo commento:
Nick:
Testo