antibufala
26/08/14
Studio italiano conferma potere antiage della proteina Creb1. Si produce se si assumono meno calorie. Più salute per la gente e anche per il pianeta.
leggi...
"Chi ha paura di sognare
e' destinato a morire"
Bob Marley
 


Bookmark and Share



banner geoshelter.it

banner sitoaureo.it
HOME // LA VIRGOLA < Back

12 APR 2006
Compassione e comprensione amorevole
Fabrizio Nencioni
La parola comprensione etimologicamente è composta da “cum-prendo” = prendere insieme e significa: atto e facoltà di includere e del capire.
Compassione invece da “cum-passio” = passione insieme (pathos = sentimento) e significa: patire insieme.
Il termine “comprensione”, quindi, si riferisce alla capacità di pensare, di capire, cioè afferrare l’essere e i rapporti. In questo significato, il termine viene spesso usato come sinonimo di intelletto; indica spesso capacità di una condotta sensata ed avveduta in contrapposizione al pensiero concettuale.
A partire da queste premesse possiamo dire che la Comprensione Amorevole è possibile quando ci poniamo in ascolto ed in questo spazio di silenzio apriamo il cuore, per poter accogliere ed accettare ciò che ci viene donato ogni giorno, riconducendo il tutto alla mente globale che, comprendendo, collega. In questo passaggio l’Anima dà un significato più ampio a quanto accade, nel cammino di evoluzione che sta compiendo, attraverso la personalità evoluta.
Tre sono i passaggi che vengono quindi compiuti:
- L’apertura del Cuore, che per l’umanità in questo momento a volte avviene attraverso il vissuto del dolore (e di qui il collegamento con la Compassione), che rende reale e consapevole il passaggio.
- Il passaggio alla Mente Globale, che come un connettore, collega il piano fenomenico con il piano più elevato, generale ed intuitivo.
- L’intervento dell’Anima che dona significato e colloca e collega il tutto in armonia con il Piano Divino. Infatti, come dice il Maestro Tibetano, il distacco dalla personalità deve mutarsi in un più profondo attaccamento all’Anima entro le forme: in tal modo la comprensione aumenta.
È questo il senso del concetto per cui, nella nostra esistenza, noi abbiamo esattamente le circostanze e le condizioni che ci occorrono per fare l’esperienza che noi stessi, come Anima, abbiamo stabilito quando ci siamo incarnati.
L’ascolto, l’accettazione, la consapevolezza, il collegamento con l’Anima e con l’Assoluto ci permettono una Comprensione Amorevole degli eventi che ci accadono ricollocandoli, con un senso più ampio, nel piano della nostra evoluzione, come Anime in cammino, per compiere passi in direzione della trasformazione amorevole dei nostri limiti e dell’espressione delle nostre capacità e potenzialità, in funzione del servizio Amorevole.
Soltanto guardandosi dentro e delicatamente spogliandosi dei propri veli e pregiudizi si è in grado di cogliere dove i nostri compagni di cammino hanno bisogno di aiuto, comprensione e Compassione. Questa operazione è preziosa perché bisogna essere scevri da ogni tendenza di giudizio per riuscire empaticamente a entrare nell’altro, in modo da poterlo toccare e sostenere con Amore.
La Compassione e la Comprensione amorevole sono strettamente connesse al vero, alla verità intesa come la Luce che permette di vedere dentro sé permettendo di entrare nell’altro con AMORE.

Quindi la Comprensione Amorevole è il passo fondamentale perché avvenga il cambiamento e la trasformazione, nel percorso di crescita.
La Legge della Comprensione agisce dunque a vari livelli:
- il primo è nel singolo individuo che attuando la legge, osserva ciò che gli accade in una visione più ampia, come possibilità di crescita nel cammino dell’Anima verso l’Assoluto
- il secondo è nella relazione con l’altro, comprendendolo e aiutandolo a comprendere, per scoprire insieme di essere anime in cammino che fanno parte di un piano più ampio
- il terzo è nel gruppo, dove non c’è solo il riconoscimento, ma anche la funzione che ciascuno può svolgere, realizzando il Servizio per l’Evoluzione dell’Umanità
- il quarto livello è quello delle Nazioni: “Tale Legge finirà per porre in evidenza, nella coscienza dell’umanità, l’eterna fratellanza umana e l’identità di tutte le anime con la SuperAnima, come pure l’unità della Vita che permea, anima, integra e pervade l’intero sistema solare. Si risolverà nello sviluppo dello spirito internazionale, nel riconoscimento di una sola fede mondiale in Dio e nell'umanità, quale massima espressione divina in questo periodo, e nel trasferimento della coscienza umana dal mondo delle cose materiali a quello più propriamente psichico, che col tempo condurrà a quello spirituale" (tratto da Psicologia Esoterica, vol. I, pag. 402).

Alla base della comprensione e della compassione c’è il principio dell’inclusività, principio che ci permette di leggere il tutto, superando dualità e conflitti, collocandolo in una visione ampia di Amore.
La Compassione è “la Legge delle Leggi, Armonia Eterna, un’Essenza Universale sconfinata, Luce della Giustizia perenne, congruenza di tutte le cose, la legge dell’Amore Eterno” (H. P. Blavatsky, La voce del silenzio).
È fortemente collegata alla compassione l’immagine di Gesù che è inchiodato sulla croce e dice: “Padre, perdona loro perché non sanno quel che fanno”mentre i soldati si dividevano le sue vesti, tirandole a sorte. Un esempio di grande compassione verso gli uomini e che vibra dell’Amore dell’Assoluto.
Proprio per il principio di inclusività, la compassione e la comprensione sottolineano l’importanza dell’assenza del criticismo e dello sviluppo di grande accettazione dei limiti dell’altro ed una propensione a vedere le potenzialità in ognuno di noi, dietro l’involucro della personalità.

Fonte: Associazione Pax Cultura



Fai una domanda o inserisci il tuo commento:
Nick:
Testo